I motori sincroni a magneti permanenti (PM) costituiscono uno sviluppo innovativo nell’ambito della tecnologia dei motori elettrici. Essi combinano l’alta precisione nel controllo della velocità tipica del motore sincrono con il design semplice e robusto di un motore asincrono a gabbia di scoiattolo.

I motori a magneti permanenti, dal punto di vista meccanico, sono simili al motore tradizionale asincrono a induzione: tuttavia in termini di prestazioni possono fornire dei risultati nettamente superiori.

I motori a magneti permanenti sincroni sono più potenti di quelli standard. Essi sono dotati di barre magnetiche che accrescono la spinta, ne aumentano le performance e il risparmio energetico.

I motori a magneti permanenti sono sempre più diffusi in ambito industriale, in particolare nella realizzazione di servoazionamenti.

I motori a magneti permanenti Elvem permettono di

  • ridurre i costi dell’energia elettrica
  • ottenere maggiore efficienza specialmente in condizione di carichi ridotti
  • migliore rendimento in condizioni di velocità, specialmente per quelle inferiori a quella nominale

Motori sincroni a magneti permanenti – I vantaggi

I motori a magneti permanenti della serie “6S4 – 7S4” sono motori elettrici sincroni efficienti e innovativi costituiti da rotori con magneti permanenti a terre rare interni, i quali generano un campo magnetico costante. Il rotore ruota esattamente alla stessa velocità del campo magnetico generato dagli avvolgimenti dello statore indipendentemente dalla coppia richiesta all’albero, mentre nel comune motore asincrono è presente uno scorrimento proporzionale alla coppia sviluppata.

Con i motori sincroni PM non si hanno quindi le perdite legate alla magnetizzazione del rotore, il che si traduce in minore utilizzo di energia elettrica per produrre energia meccanica e un minore riscaldamento del motore stesso.

Gli inverter di frequenza al loro interno garantiscono una coppia costante su un ampio range di velocità, attivandosi anche sui livelli più bassi generando un’efficienza superiore.

Il sincronismo migliora quindi le prestazioni dinamiche dei motori offrendo coppia costante in un vasto range di velocità, alto rendimento anche operando a basse frequenze (i livelli di efficienza sono molto superiori ai motori asincroni) e senza la necessità di utilizzare ventilazioni forzate. La coppia costante alle varie velocità di rotazione può altresì permettere di semplificare la catena cinematica, con tutti i vantaggi che ne derivano.

Motori a magneti permanenti – I settori di impiego

I motori a magneti permanenti sono impiegabili in diversi settori. In particolare ne traggono beneficio quegli ambiti nei quali il peso, le dimensioni della carcassa e i costi di manutenzione sono cruciali.

Di conseguenza si prestano a essere installati in sistemi di pompaggio, ventilazione HVAC e trasmissione, nei compressori e negli ascensori, ma anche in numerose tipologie di macchinari industriali come il settore tessile, metallurgico e della carta.

Motori sincroni a magneti permanenti – I vantaggi

I vantaggi costruttivi più significativi dei motori a magneti permanenti comprendono:

  • Alta efficienza
  • Elevati rendimenti su tutto il range di velocità, in particolar modo a bassi giri dove l’efficienza è migliore rispetto ai motori asincroni
  • Riduzione delle perdite rotoriche
  • Coppia costante su tutto il campo di velocità
  • Alta densità di potenza
  • Precisa velocità di controllo anche senza encoder
  • Riduzione della sovratemperatura che determina l’incremento della durata dell’isolante, dei cuscinetti e degli altri componenti del motore
  • Riduzione degli ingombri e del peso del motore
  • Veloce payback time
  • Possono lavorare solo con l’ausilio di un inverter
  • Elvem può fornire ai propri clienti sistemi completi: motori PM con inverter integrato o separato.