Da tempo orientata a ridurre i consumi energetici per garantire il benessere dei cittadini e dell’ambiente, la Commissione Europea ha elaborato nel “Savings and benefits of global regulations for energy efficient products” delle proiezioni sui risparmi energetici, ponendo degli obiettivi per il 2030 da raggiungere grazie ad apparecchiature più efficienti.

Nell’ottica di raggiungere questi obiettivi, il Regolamento della Commissione UE 2019/1781 stabilisce dei criteri per l’implementazione dell’efficienza energetica di motori ed inverter.

Due sono le date previste per l’adeguamento:

Tutti i motori elettrici trifase con potenza da 0,75kW a 1000kW inclusi, a 2, 4, 6 e 8 poli, dovranno avere un livello minimo di efficienza IE3; i motori trifase con potenza da 0,12kW a 0,55kW inclusi, a 2, 4, 6 e 8 poli, dovranno avere un livello minimo di efficienza IE2.

L’adeguamento si applica inoltre:

– ai motori comandati da inverter
– ai motori autofrenanti
– ai motori ATEX

Sono esclusi:

– i motori a sicurezza aumentata Atex Ex eb e altri motori protetti dalle esplosioni
– tutti i motori monofase

Tutti i motori a sicurezza aumentata Atex Ex eb con potenza da 0,12kW a 1000kW inclusi, a 2, 4, 6 e 8 poli e tutti i motori monofase con potenza uguale o superiore a 0,12kW dovranno avere un livello minimo di efficienza IE2. Tutti i motori trifase con potenza da 75kW a 200kW inclusi, a 2, 4 e 6 poli dovranno avere un livello minimo di efficienza IE4.

Per informazioni più approfondite DOWNLOAD BROCHURE